• La salute in rete: progresso o pericolo?
    Workshop presso Sapienza Università di Roma

    Lo sviluppo delle nuove tecnologie
    e la loro diffusione nella popolazione italiana ha contribuito a cambiare anche il modo in cui i pazienti si informano sulla salute e si influenzano vicendevolmente.

    Per analizzare questo nuovo processo IBSA Foundation ha promosso il 18 novembre 2015 presso Sapienza Università di Roma l’incontro dal titolo
    “La salute in rete: progresso
    o pericolo?”
    .

  • Al forum “Stress, Inflammation and Reproduction” esperti da tutto il mondo hanno evidenziato il legame pericoloso che esiste tra stress e fertilità.

    Numerosi gli esperti provenienti dagli USA, Australia ed alcuni Paesi Europei e gli studenti che hanno riempito l’Aula Magna dell’Università per assistere alle presentazioni delle ricerche di base e di quelle cliniche che hanno testimoniato questa evidenza.



  • Al forum "Sexual Health and Sexual Ecology" di Fondazione IBSA e Ospedale San Raffaele i maggiori esperti internazionali propongono un approccio a 360° per affrontare la tematica della sessualità

    Il Forum è stata l’occasione per evidenziare molti aspetti che caratterizzano la sessualità della donna e dell’uomo, cercando di spiegare la relazione tra tutte le aree del corpo che concorrono al suo sviluppo.



  • Bassa natalità: italiani poco informati sulla infertilità e sulle cure, a dirlo i medici specialisti

    Il nostro Paese è afflitto dal grave problema della bassa natalità: è l’opinione diffusa tra l’88,7% di ginecologi, andrologi e urologi. E la scarsa propensione degli italiani ad avere figli è ricondotta principalmente a motivazioni economiche (75,3%).



  • Consegnate le Borse di Studio per l’anno 2014

    Ad aggiudicarsele tre giovani ricercattrici, Chiara Chianese per l’area Fertilità, Nausicaa Mazzocchi per l’area Terapia del Dolore e Stephanie Decherf per quella dell’Endocrinologia premiate davanti ai collaboratori della sede di Lugano e ai famigliari che sostengono da sempre le giovani studiose e che hanno voluto condividere con loro anche questo importante riconoscimento.



  • Nominato il nuovo Comitato Scientifico di Fondazione IBSA

    E’ stato nominato il nuovo Comitato Scientifico di Fondazione IBSA per la ricerca scientifica. Si tratta dell’organo consultivo della Fondazione che si avvale della presenza di membri di assoluto prestigio internazionale provenienti dal mondo accademico, medico e scientifico.



  • Mente e social media: come cambia l’individuo?
    Workshop presso l’Università Cattolica a Milano

    La nostra vita è sempre più intrecciata con le tecnologie digitali. In modo particolare con l’utilizzo dei social media. Una persona su quattro nel mondo utilizza i social media ed entro il 2017 gli utilizzatori mondiali di social media sono calcolati oltre i due miliardi e mezzo.



  • Uno spaccato sociale dalle tante sfaccettature

    E’ questo forse il dato più importante della ricerca realizzata con il Censis «Diventare genitori oggi. Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia», una ricerca che la Fondazione IBSA ha fortemente voluto proprio per fornire al dibattito dati e letture più larghe di quelle prettamente mediche. E possiamo dire che il risultato è stato ampiamente raggiunto.



  • Al forum “Aging: is it a disease?” i maggiori esperti internazionali si sono confrontati sulla grande sfida di coniugare longevità e buona salute

    Circa un centinaio di medici specialisti e ricercatori attivi nel settore di ricerca dedicato all’aging si sono confrontati sulla tematica dell’invecchiamento e delle malattie ad esso correlate in occasione del Forum “Aging: is it a disease?” organizzato dalla Fondazione IBSA per la ricerca scientifica il 27 settembre 2014 presso la Goethe University di Francoforte.

  • Pubblicato su “Nature” lo studio del dr Andrea Alimonti

    Lo studio sulla senescenza cellulare nei tumori, che recentemente è valso al laboratorio del Dr. Alimonti una delle borse di studio della Fondazione IBSA, è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Nature.



  • Al forum “Metabolic diseases and tendinopathies: the missing link” di Fondazione IBSA le ultime ricerche sulla connessione tra le malattie metaboliche e l’insorgenza di tendinopatie

    Si è tenuto sabato 21 giugno 2014 presso l’Auditorium dell’Università della Svizzera italiana di Lugano il Forum “Metabolic diseases and tendinopathies: the missing link”, voluto da Fondazione IBSA in collaborazione con ISMULT.

  • Premiati i primi due vincitori delle borse di studio della Fondazione

    Sono Anna Scanu per l’area reumatologica e Jingjing Chen per quella della dermatologia i primi, di quella che ci auguriamo sarà un’ampia schiera di ricercatori che potranno usufruire negli anni delle borse di studio volute dalla Fondazione IBSA per la ricerca scientifica per sostenere i giovani, coloro che, ogni giorno, portano avanti il loro lavoro dividendosi tra laboratori e corsie di ospedale in condizioni di grande difficoltà e precarietà. E’ stata tutta la Fondazione IBSA a voler festeggiare i vincitori con una cerimonia di premiazione che si è tenuta nella sede a Lugano.

  • Al forum “Stem cell therapy: hype or hope?” di Fondazione IBSA il punto sulle reali prospettive delle cure con le cellule staminali.

    Erano circa 200, perlopiù studenti universitari, ricercatori e medici specialistici, i partecipanti al Forum “Stem cell therapy: hype or hope?”, organizzato sabato 29 marzo 2014 dalla Fondazione IBSA per la ricerca scientifica presso l’Auditorium dell’Università della Svizzera italiana di Lugano.

  • Ad un anno dall’istituzione della Fondazione IBSA è tempo di bilanci per il suo direttore, Silvia Misiti.

    dna

    Dopo dodici mesi di lavoro, c’è piena soddisfazione per quanto fatto. L’obiettivo che ci si era posti era infatti quello di creare una struttura, partendo da zero, darle credibilità e farla conoscere alla comunità scientifica.
    Per raggiungere questo scopo, la Fondazione ha organizzato nel 2013 un ciclo di forum dedicati all’ipotiroidismo,
    patologia in crescita, molto diffusa nel mondo, ma ancora troppo spesso sottovalutata.



Con l’obiettivo di fornire un quadro delle principali indicazioni sulle patologie e sulle aree terapeutiche di riferimento elaborate dalle più importanti autorità sanitarie, è pubblicata in questa sezione del sito una selezione delle principali linee guida pubblicate da autorità e enti regolatori di livello internazionale, con una particolare attenzione rivolta alle istituzioni europee e statunitensi.